Sarà inaugurata Sabato 16 Ottobre, negli spazi di CASA TURESE arte contemporanea di Vitulano (BN), la mostra personale di Enzo Esposito, presentata in catalogo da un testo di Massimo Bignardi. L’artista di origini sannite, attivo dagli anni settanta a Milano, torna ad esporre nel Sannio dopo l’ultima mostra allestita presso il Museo ARCOS di Benevento (2015) e le precedenti mostre realizzate nei primi anni del Duemila presso la Rocca dei Rettori di Benevento e, successivamente nel 2004, al Centro Art’s Events di Torrecuso (BN).
Una serie di opere su carta di varie dimensioni e datate tra il 1980 e il 2007, presentano allo spettatore gli elementi essenziali di un periodo specifico della ricerca condotta dall’artista, quello degli anni novanta, in cui la sperimentazione è attraversata da una forte emotività cromatica contraddistinta da una decisa consapevolezza del segno e del colore. Come scrive Bignardi, l’artista muove la sua attenzione agli spartiti di colore che “all’interno di un unico dettato pittorico, assolvono al ruolo di schermi di una luminosità interiore, come lo è per le facciate delle case che misurano le variazioni di luminosità della città, dunque, gli spazi della sua vita. È una poetica che ha fatto sua Enzo Esposito sia per le grandi tele realizzate tra il 1989 e il 1995, che registrano la presenza di piani di legno in aggetto, sia per quelle, ed è ben chiaro nella ricca sequenza di carte proposte in questa mostra datate tra il 1980 e il 2007, ove l’impianto è frutto del sovrapporsi di forme virtuali e reali”.
E ancora, si legge più avanti, che i “brani di carte sovrapposte, come palesano per esempio le opere della prima metà degli anni novanta, racchiusi da un margine nero che richiama ad una sorta di ‘cloisonnisme’, tendono a ridurre, se non ad azzerare, qualsiasi approccio, se non quello di un ‘corpo’ vivo, che lievita espandendosi in quello spazio che Itten definisce “armonia onirica’ […]”.
“Prosegue il programma di eventi pianificato dopo la ripartenza con la personale di un artista affermato qual è Enzo Esposito, riconosciuto in ambito nazionale ed internazionale; una mostra che in questo caso, inserisce un artista d’avanguardia di matrice astratta nel contesto CASA TURESE arte contemporanea, indirizzata ai nuovi linguaggi della pittura Italiana, cosa già avvenuta in passato” sostiene Tommaso De Maria, direttore artistico della galleria.
In occasione del vernissage sarà presentato il catalogo (edizioni della galleria).
Al fine di tutelare la salute di tutti i visitatori, la galleria rispetterà le norme vigenti per il contenimento dell’epidemia da COVID 19 con una maggiore elasticità negli orari di visita sia nella giornata di apertura del 16 Ottobre (dalle 11 del mattino alle 19 di sera) che nel prosieguo dell’evento. Per visitare la mostra è opportuno prenotarsi via mail o attraverso i canali social della galleria. L’accesso sarà consentito ad un massimo di 6 persone; resta obbligatorio l’utilizzo della mascherina, l’igienizzazione delle mani ed il distanziamento evitando assembramenti anche all’esterno dello spazio espositivo.

MOSTRE RECENTI

HOME    MOSTRE

Menu